delfini-morti

Ambiente Marino, il giallo toscano degli 8 delfini morti dall’Elba, Piombino fino a Marina di Grosseto

News

I delfini strenelle sono finora otto, le carcasse sono state ritrovate in questa porzione di mare dove l’acqua è più limpida e chiara, da Piombino all’Elba e passando da Punta Ala e Castiglione della Pescaia giunge fino a Marina di Grosseto.

E’ in questa aerea che nel giro di due mesi è scattato il giallo della morte di questi delfini.

Arpat, Università di Siena e un team di esperti sono già al lavoro da giorni, ma il bandolo della matassa ancora non si trova.

L’ultimo episodio è di pochi giorni fa sulla spiaggia di Mola all’Elba, ma la pandemia delfini è iniziata lo scorso 4 ottobre.

Deceduti per cause ancora sconosciute.

Si avanzano ipotesi, sembrano intanto escluse collisioni con natanti e reti da pesca.

Un monitoraggio Arpat del 2008 fino a oggi ci fa sapere che sono 354 gli esemplari deceduti.

Dentro al team dei ricercatori ovvero gli investigatori biologici del mare oltre all’Arpat c’è anche l’Istituto Zooprolifìlattico Sperimentale Lazio e Toscana di Pisa, oltre all’Università di Siena, l’Associazione Tartamare, il Centro Recupero di Acquario di Livorno Costa Edutainment, con il coordinamento della dottoressa biologa Cecilia Mancusi che si occupa di Biodiversità Marina.

Forse alcune contaminazioni alla base di tutto, ma solo i risultati di laboratori accerteranno certezze e potranno dare una risposta forse definitiva.

a cura redaz. Arga Toscana

Fonte: Corriere Fiorentino, Foto: Ansa

Seguici anche sui social: FacebooktwitterlinkedintumblrmailFacebooktwitterlinkedintumblrmailby feather Grazie!

Lascia un commento

*