zucca

Cavoli, melanzane, carciofi, zucche, uova, finocchi e legumi, la natura fa e l’azienda Castellonchio espone

News

mauro-maggiorelli
uova
img_20201117_102706
campo-verdure
broccoli
img_20201117_101245
img_20201117_103123
img_20201117_101249
img_20201117_102915
img_20201117_102955

nelle foto: alcune immagini relative alle attività dell’azienda agricola Castelloncchio

Mauro Maggiorelli è l’avamposto nello stand baracchina di legno dell’azienda Agricola Castellonchio a San Miniato (Pi).

Però è la famiglia Cupelli a tenere le redini, in primis Francesca con suo padre; donna impegnatissima in agricoltura e già esponente di primo piano in associazioni legati a questo mondo.

Mauro Maggiorelli un tempo era ragioniere, poi si è convertito (o è stato convertito dalla moglie Francesca, non lo abbiamo capito bene ndr). Le cose da fare qui non mancano.

Un tempo la famiglia Cupelli piantava nei loro campi le piante di tabacco Kentucky, le cui grandi foglie essiccate servivano poi alle manifatture per fare i sigari.

Ora invece è un’azienda che produce prodotti a km zero, la vendita è diretta; una tranquilla strada vicinissima alla superstrada FIPILI uscita San Miniato, la localizza lateralmente dal viale Marconi al civico 195.

Siamo a confine con il territorio di San Pierino (Fucecchio) ultimo lembo della provincia di Firenze attraverso la conosciuta 436 e lì denominata via Sanminiatese.

Di questi tempi e siamo in inverno, sono presenti all’azienda agricola Castellocchio gli ortaggi e le verdure stagionali.

Se cercate stravaganze qua, toglietevelo dalla testa.

Qui si trovano uova e c’è un cartello che lo dice e poi via a broccoli, melanzane, cavoli di ogni tipo, porri, carciofi, cicoria, cipolle, agli, zucche da esposizione, zucca, erba di campo di ogni genere, insalate, finocchi.

Volete i fagioli secchi? Qui ci sono, come le lenticchie e altri legumi e poi nel frigo dello stand spiccano, il latte feresco e i formaggi freschi o bovini o caprini.

Maggiorelli indica anche le serre, i trattori che vanno su e giù perchè gli ettari coltivati e da coltivare sono davvero tanti. Insomma come si diceva prima, c’è da fare.

Adesso sono stati piantati i baccelli che sbocceranno dal terreno dopo Carnevale.

C’è pace e tranquillità in questo posto. Forse manca per gli ospiti un bicchiere per vino.
Un bel gotto da mandare giù non guasterebbe, ma di mattina chi beve vino?.

Ma si stanno organizzando, e per chi vuole mangiare c’è anche la Locanda con l’asporto. Il Covid19 anche qui colpisce e non usa mezzi termini.

Contatti: Azienda Agricola Castellonchio, via Marconi 195 San Miniato Pi

telefoni 0571 400395 cellulare 348 3807487

fp

a cura redazione Arga Toscana

Seguici anche sui social: FacebooktwitterlinkedintumblrmailFacebooktwitterlinkedintumblrmailby feather Grazie!

Lascia un commento

*