ARTUSI 100 COLBUONO

È in corso la festa del bicentenario artusiano a Forlimpopoli

Alimentazione, Enogastronomia, News

carnePerché mantenere la Festa Artusiana anche quest’anno? Sarebbe facile rispondere che non potevamo non farla proprio nell’anno in cui ricorre il bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi, e più che mai quest’anno è giusto farla proprio nella settimana in cui cade il suo compleanno, ed è sicuramente la verità.
Ma oltre a festeggiare il fatto che Artusi è nato a Forlimpopoli vogliamo festeggiare il nostro paese, la nostra città e il fatto che, in fondo, Artusi non poteva nascere da nessun altra parte, perché questa è la terra in cui il senso dell’ospitalità è ancora sacro, in cui il primo companatico a tavola sono ancora ‘al ciacri’, in cui lo stare insieme è cultura.
Stare insieme alla Festa nel compleanno di Pellegrino rappresenta la voglia di fare, di esserci, di “non mollare” che ci contraddistingue e la voglia di guardare avanti con speranza per il futuro.
Ovviamente vogliamo farlo in sicurezza e tranquillità, osservando tutte le cautele possibili e tutti i dispositivi di sicurezza, anche perché dove non c’è serenità non ci può essere divertimento.
Dovremo quindi rinunciare ad alcune consuetudini della Festa come il cibo di strada e gli spettacoli itineranti, ma le prime e vere protagoniste dell’Artusiana sono sempre state le persone e la loro voglia di incontrarsi, condividendo il piacere della tavola, e così sarà anche per questa XXIV edizione, sotto lo sguardo bonario di Artusi, cui potremo quindi rivolgere, il 4 agosto, un brindisi riconoscente per i suoi primi 200 anni.
Certi di continuare a festeggiarlo con lo stesso spirito per i prossimi duecento.
Il Sindaco di Forlimpopoli
Milena Garavini

Con questa presentazione diamo ufficialmente il via alla XXIV edizione della Festa Artusia!

E lo facciamo pubblicando programma delle nove serate che ci attenderanno, nei primi nove giorni di agosto.

Sul web scaricare il pieghevole della Festa www.festartusiana.it

 

Seguici anche sui social: FacebooktwitterlinkedintumblrmailFacebooktwitterlinkedintumblrmailby feather Grazie!

Lascia un commento

*