ortolani

Ortolani coraggiosi (Sinergic@), realtà agricola che mira all’inserimento sociale per chi soffre di autismo. La storia, le esperienze, le speranze

News

ortolani1

 

Sinergic@ è una cooperativa agricola sociale nata nel 2013 a Fucecchio, che con il progetto Ortolani Coraggiosi, è riuscita, attraverso la produzione e la vendita di ortaggi, a creare posti di lavoro per otto ragazzi con autismo e oltre dieci persone con altri disturbi psichici.

Tutti i lavoratori in formazione coinvolti nel progetto, coadiuvati da educatori e da agricoltori, sono impegnati ogni giorno, con livello di complessità crescente, nei lavori agricoli, prendendo parte a ogni passaggio della produzione: dal lavoro nei campi, fino al confezionamento e alla vendita degli ortaggi, ognuno secondo le proprie capacità e inclinazioni.

Gli ortaggi prodotti dalla Cooperativa Sinergic@ sono coltivati interamente nei terreni di Fucecchio e San Miniato, secondo metodi genuini e naturali, senza utilizzo di prodotti chimici e nel rispetto dei principi della filiera corta e vengono venduti sia al dettaglio presso al nostra sede, sia in cassette standard nei vari gruppi di acquisto presenti in molti Comuni del circondario.

Ecco cosa dicono:

LA DIGNITÀ DEL LAVORO

La cultura del lavoro come diritto di cittadinanza, fonte di reddito che consente indipendenza e realizzazione della persona ci ha spinto a porci il grande obiettivo di creare un’azienda dove persone con difficoltà diverse e anche gravi potessero lavorare e trovare, attraverso questo, la risposta ai propri bisogni radicali di esistenza e di libertà.

Le esperienze di lavoro vero, come quella degli Ortolani Coraggiosi, hanno dimostrato, infatti, che le persone possono fare emergere potenzialità e abilità inaspettate.

Inoltre, la dimensione di una piccola azienda favorisce la nascita di amicizie, affetti, relazioni, scambio di umanità e momenti di ricreazione in cui le diversità convivono e ciascuno trova il proprio ruolo, contribuendo alla crescita dell’impresa: in sintesi trova la dignità che soltanto il lavoro può dare a un uomo e a una donna.

UN PO’ DI STORIA

Nel nostro territorio non esiste alcuna opportunità lavorativa per le persone con autismo, e anche le esperienze conosciute in Italia offrono opportunità socio-occupazionali solo in laboratori protetti privi di reali sbocchi professionali.

Da questa riflessione è nata la Cooperativa Sinergica che, dal settembre 2013, ha assunto la gestione del progetto Autismo e lavoro agricolo, inizialmente promosso dalle associazioni Autismo Toscana e Autismo Casa di Ventignano, con l’obiettivo di avviare una vera e propria impresa agricola sociale, compiendo così il passaggio cruciale da laboratorio afinalistico a produzione e vendita.

Attraverso il riadattamento della maggior parte dei processi produttivi della nostra impresa agricola alle caratteristiche delle persone con disabilità intellettiva, attualmente otto giovani adulti con autismo sono inseriti stabilmente nel progetto Ortolani Coraggiosi.

Inoltre, negli anni la cooperativa si è arricchita di quindici persone con altri tipi di disturbo mentale che hanno trovato uno spazio gratificante e congeniale, svolgendo, in alcuni casi, addirittura il ruolo di facilitatore dei ragazzi con autismo, rappresentando una sorta di anello intermedio tra l’agricoltore e la persona con autismo.

Per noi Ortolani Coraggiosi sono stati anni emozionanti.
Siamo partiti da un’idea di lavoro che provasse a dare una prospettiva a persone con disabilità, anche gravi, per vedere queste stesse persone trovare la propria realizzazione, il senso della propria vita in un’attività lavorativa vera e gratificante. Siamo partiti da 4 ettari di terreno per arrivare a coltivarne 12, grazie ai quali, nonostante le scarse attrezzature, oggi riusciamo a produrre diverse varietà di ortaggi, legumi e trasformati.

IL SOGNO

Molti sono i progetti, e sono proprio quelli a spingerci ogni giorno a cercare di crescere e migliorare, ma uno soltanto è il nostro grande sogno: la fattoria sociale, un’idea di convivenza solidale e libera fra persone con disabilità e persone autonome, che secondo noi sarebbe il più naturale degli sviluppi della nostra cooperativa agricola sociale, la quale diventerebbe, così, da opportunità e luogo di lavoro, luogo di vita.

Un sogno solo, ma che vale come molti, e che, come succede per tutti i sogni, speriamo un giorno di poter realizzare. Se sei curioso di scoprire se ce la faremo continua a seguirci.

Sono stati anni di lavoro intenso, ma forse stiamo trovando quel senso della vita che non avevamo mai avuto l’opportunità di trovare. Siamo solo all’inizio, ma abbiamo capito che questa è la strada da percorrere insieme.

La nostra è una cooperativa agricola che, insieme a ortaggi genuini e di ottima qualità, produce lavoro dignitoso e un’opportunità di vita libera per molti giovani, anche con difficoltà.

Qui lavorano persone con autismo e altri disturbi mentali che, ciascuno secondo le proprie possibilità e insieme agli agricoltori, imparano il mestiere: dalla coltivazione dei campi alla vendita degli ortaggi.

Scegliendo i nostri prodotti porti sulla tua tavola l’etica del lavoro, l’uguaglianza e la giustizia sociale, insieme a verdure fresche e genuine, coltivate nel rispetto della stagionalità e del territorio, tra San Miniato e Fucecchio.

PERCHÉ SCEGLIERE I PRODOTTI DEGLI ORTOLANI CORAGGIOSI:

FANNO BENE
ALLA SALUTE

È ormai dimostrato che il consumo regolare di frutta e verdura sia alla base di uno stile di vita salutare. Inoltre, variare la propria dieta in accordo alla stagionalità aiuta non solo a garantire all’organismo il giusto apporto di sostanze nutritive, ma permette anche di introdurre nella propria alimentazione solo prodotti coltivati in maniera naturale.

FANNO BENE
ALL’AMBIENTE
E AL TERRITORIO

I nostri ortaggi sono coltivati in maniera genuina, senza l’utilizzo di prodotti dannosi per l’ambiente. Inoltre, essendo coltivati vicino a casa tua, oltre a contribuire a far crescere l’economia locale, riducono al minimo l’inquinamento derivante da trasporti e imballaggi, ridotti al minimo grazie all’utilizzo di cassette riutilizzabili.

FANNO BENE
ALLA SOCIETÀ

Grazie alla capacità delle imprese agricole di adattare i propri processi produttivi alle persone con disabilità intellettiva, tutti i lavoratori coinvolti nel progetto possono prendere parte, secondo le proprie capacità e con il supporto di contadini ed educatori, a tutte le fasi della produzione, trovando, grazie al lavoro, dignità e senso della vita.

a cura redazione Arga Toscana

Seguici anche sui social: FacebooktwitterlinkedintumblrmailFacebooktwitterlinkedintumblrmailby feather Grazie!

Lascia un commento

*