img_5215

Patate mascè, perchè questo nome? Da dove arriva il termine?

News

Questo era il nome, derivato da un termine inglese che vuol dire schiacciato, con cui la nonna chiamava il purè di patate, chiaramente vista l’età ignara dell’etimologi. Niente di più semplice e facile da preparare, qualcuno potrebbe pensare che è quasi una ricetta da ospedale e un po’ banale ma in realtà se fatto bene è un ottimo contorno. E’ uno dei tanti modi di cucinare le patate, ortaggio estremamente versatile. Si abbina bene sia alla carne cucinata alla griglia, anche a una bistecca, che agli arrosti ma anche con il cotechino e il bollito, ad esempio nei periodi delle feste.

Patate mascè:

INGREDIENTI x2:

500 gr. di patate
40 gr. di burro
30/40 gr. di latte
sale q.b.
per chi lo desidera 1 Uovo

Lessare le patate in acqua bollente leggermente salata per una mezz’oretta, ma dipenderà molto dalla grandezza quindi conviene sempre fare la prova forchetta infilando la patata per sentire se è morbida. Appena sono cotte scolare l’acqua, sbucciarle calde e passarle subito con il passatutto rimettendole poi nel tegame di cottura. Aggiungere il burro, il latte e il sale, e sul fuoco acceso, mescolare qualche minuto finché tutti gli ingredienti si saranno amalgamati bene e risulterà bello soffice…servire caldo!

a cura redazione Arga Toscana

scritto da alessandra nocentini da il bocconedelprete blog

Seguici anche sui social: FacebooktwitterlinkedintumblrmailFacebooktwitterlinkedintumblrmailby feather Grazie!

Lascia un commento

*