prosciutto

“Il rigido disciplinare di produzione del Prosciutto Toscano DOP garantisce qualità e salubrità”

News

La carne rossa e conservata fa male”. Una notizia piombata sulle nostre tavole creando allarme e confusione.  Ma occorre fare dei distinguo. La sottolineatura arriva dal Consorzio del Prosciutto Toscano Dop che in una nota scrive: Il Prosciutto Toscano DOP si può sicuramente definire un prodotto altamente salubre grazie al suo apporto di proteine facilmente digeribili, amminoacidi essenziali, acidi grassi insaturi e polinsaturi (che combattono il colesterolo cattivo), che lo rendono un alimento unico ideale per tutti, compresi bambini, sportivi e anziani. Nel procedimento di salatura si impiega una miscela di sale, pepe e aromi naturali derivanti da bacche ed essenze vegetali reperibili nel territorio di produzione; è un prodotto a lunga stagionatura e nella sua preparazione è vietato l’utilizzo di qualsiasi conservante o additivo artificiale come riportato all’interno del proprio rigido Disciplinare di produzione, che ha permesso a questo prodotto della tradizione toscana di ottenere il riconoscimento della DOP”

Il prosciutto toscano e la sua produzione vengono controllati “da un organismo di certificazione autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali – si legge ancora nella nota – che verifica il rispetto, da parte di tutti i produttori delle regole previste nel Disciplinare di Produzione. Solo se vengono rispettate le rigide prescrizioni produttive, i prosciutti possono ottenere, dopo una lunga stagionatura, il marchio a fuoco del Consorzio raffigurante la Regione Toscana che contraddistingue il Prosciutto Toscano DOP e ne garantisce la qualità. Il Prosciutto Toscano DOP è un alimento controllato, genuino e naturale che deve il suo successo degli ultimi anni, oltre che al gusto saporito, alle sue peculiarità che gli permettono di far parte di un’alimentazione sana e completa. I suini sono nati e allevati in Italia, controllati in ogni fase della filiera produttiva da un Ente Certificatore esterno”. 

Infine, fanno sapere dallo stesso Consorzio: “Noi rispettiamo l’antica tradizione toscana senza aggiungere nessun conservante artificiale lasciando al tempo il compito di stagionare i nostri prosciutti”.

www.prosciuttotoscano.com

Seguici anche sui social: Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmailby feather Grazie!

Lascia un commento

*